DISEGNI DEI PITTORI ITALIANI
Raffaello Sanzio (1483-1520)

The Belvedere Apollo    (recto)

View of the Belvedere spiral staircase     (verso)

Brown ink, a preparatory drawing in black pencil, 31.6 x 15.5 cm.
Vienna, Graphische Sammlung Albertina
 

The drawing on the recto is by one of “Raphael’s followers”, as well as by Giulio Romano. It is today thought to be an original. It is not complete, being cut on all four sides. Apollo appears as he was before the restoration in 1522-1523 of the right hand. With only a few lines have the complexity of the muscles and the idea of movement been represented. This is typical of Raphael’s ability, whilst Giulio Romano tended to draw flat, undynamic figures. Classical statues for his compositions also inspired Sanzio. The glimpse of architecture on the verso (partial reproduction) shows the staircase where the columns pass form Ionic to Composite. Dated between 1513 and 1515.  


L’Apollo del Belvedere  (recto)

Veduta della scala a chiocciola del Belvedere    (verso)

Penna a inchiostro bruno, disegno preparatorio in matita nera, cm 31,6 x 15,5.
Vienna, Graphische Sammlung Albertina
 

Il disegno sul recto è stato attribuito a un “seguace di Raffaello” e anche a Giulio Romano. Oggi viene ritenuto un originale; non è completo, perché tagliato su tutti e quattro i lati. L’Apollo appare nelle condizioni precedenti al restauro del 1522-23, che ha ripristinato la mano destra. Con grande parsimonia di tratti viene resa la complessità della muscolatura e suggerita l’idea del movimento, e questa capacità è tipica di Raffaello, mentre Giulio Romano tende a disegnare figure piatte e poco dinamiche. Inoltre, il Sanzio si è spesso ispirato a statue classiche per le sue composizioni. Il bello scorcio di architettura sul verso (riprodotto parzialmente) coglie la scala nel punto in cui le colonne passano dall’ordine ionico al composito. Databile tra il 1513 e il 1515.

   HP     Indice