DISEGNI DEI PITTORI ITALIANI
Raffaello Sanzio (1483-1520)

Study of the figure of Venus, a figure for the Dispute of the Sacrament, a small head and a virile torso     (verso)
Pen and black pencil on white paper, a cut in the lower left corner and folds
(horizontal at the bottom and vertical to the left), 24.8 x 27.1 cm.

Florence, Galleria degli Uffizi

Most critics are in agreement that this work is by Sanzio, although it was previously considered to be by one of his pupils who, according to Fischel, had “distorted” the invention of his master. Venus born out of the water, with the marine landscape in the background, may be a copy of the statue of Medici Venus, the lower part of her body taken from that of Eve in the Sin of the Ancestors, a fresco in the “Segnatura” Room in the Vatican.  


Studi di una figura di Venere, di una figura per la Disputa del Sacramento, di una testina e di un torso virile   (verso) 
Penna e matita nera su carta bianca; taglio nell’angolo inferiore sinistro e pieghe
(orizzontale in basso e verticale a sinistra); cm 24,8 x 27,1.

Firenze, Galleria degli Uffizi

La maggior parte dei critici concorda nell’attribuire al Sanzio anche questi disegni, già ritenuti opera di un suo allievo, che secondo Fischel avrebbe “storpiato” le invenzioni del maestro. La Venere che nasce dalle acque, sullo sfondo di un paesaggio marino, può essere ripresa dalla statua della Venere Medici; la parte inferiore del corpo si ritrova nell’Eva del Peccato dei Progenitori affrescato nella Stanza della Segnatura in Vaticano.

   HP     Indice