DISEGNI DEI PITTORI ITALIANI
Raffaello Sanzio (1483-1520)

Virgin and Child
Black pencil, traces of metallic point on slightly tinted white paper, 21.3 x 18.4 cm.
Florence, Galleria degli Uffizi
The figure of the Virgin is in an oval frame and in the background there are the hazy outlines of houses in the landscape. Feint, hardly visible lines form a rectangular frame that excludes the extreme parts of the scene. This drawing is a study for one of two possible solutions for the Madonna of the Grand Duke now housed in the Palazzo Pitti in Florence. The painting presents different variants: the landscape has disappeared, substituted by a dark background, relatively exceptional for Raphael, the view is no longer from below, the Madonna’s hands and those of the Child are in different positions. If the drawing presents some re-thoughts (in the hands for example) many critics have judged it to be better than the painting in its coherence and simplicity of composition as well as the beautiful female portrait. The Madonna of the Grand Duke was painted between the end of 1504 and the beginning of 1504 and the drawing could date back to 1504.  

Madonna con il Bambino
Matita nera, tracce di punta metallica e di gessetto, su carta bianca leggermente tinta,
cm 21,3 x 18,4.

Firenze, Galleria degli Uffizi
La figura della Vergine è incorniciata in un ovale, e sullo sfondo sono appena accennati dei casolari all’interno di un paesaggio. Con linee più deboli, a fatica visibili, è tracciata una cornice rettangolare che esclude le parti estreme del paesaggio. Il disegno è uno studio su due possibili soluzioni compositive per la Madonna del Granduca ora nel Palazzo Pitti di Firenze. Il dipinto presenta diverse varianti: è scomparso il paesaggio, sostituito da uno sfondo scuro, relativamente eccezionale per Raffaello, la visuale non è più quasi dal basso, le mani della Madonna e del Bambino sono in posizioni diverse. Se il disegno presenta dei ripensamenti (nelle mani, ad esempio), non pochi critici l’hanno giudicato superiore al dipinto per coerenza e semplicità compositiva, e per il bellissimo ritratto femminile. La Madonna del Granduca venne realizzata tra la fine del 1504 e l’inizio del 1505, e il disegno può risalire al 1504.

   HP     Indice