Thais - 1200 anni di scultura italiana - Scultura Romanica

Scultura altomedioevale e romanica

Secolo XII

Bronze relief on door of main portal. The Door of San Zeno was carved after the conclusion of the facade in 1138 by many different artists.
Formella bronzea della porta. La porta di San Zeno, ricomposta all'epoca della conclusione della facciata del duomo (1117-1138) si deve a tempi e mani diverse. Attualmente consta di 83 formelle. Lagerino è l'autore delle più antiche di esse.

Verona, San Zeno                 HP

Lagerino Stefano   
Danza di Salomè

Nel momento in cui in Lombardia si ha l'esplosione delle forme ardite e grottesche che caratterizzano il Romanico locale, e a Modena, con Wiligelmo, la scultura acquista la consapevolezza di poter testimoniare in cadenze gravi e solenni il destino dell'uomo, a Verona un misterioso maestro interpreta la lezione dell'arte ottoniana con un linguaggio teso e sincopato, situando su fondi «vuoti», come sospesi nel nulla, personaggi intensi che esprimono attraverso una forte concitazione drammatica il senso della condizione umana.

Lagerino Stefano   
Dance of Salome

In Verona, a mysterious master interprets the lesson of Ottonian art with a taut and syncopated style. In Lombardy at that time were exploding daring and grotesque forms; at Modena the sculpture of Wiligelmo expresses the destiny of man in grave and solemn accents. These intense figures on the doors of San Zeno, placed against empty backgrounds as though suspended in a void, express the human condition through their strong dramatic unity.