Thais - 1200 anni di scultura italiana - Scultura Romanica

Scultura altomedioevale e romanica

Secolo IX

Gold, enamel and precious stones. 
Lamina d'oro con pietre e smalti, particolare della facciata anteriore. L'altare fu concepito all'epoca di Carlo il Calvo, come risulta da un'iscrizione. Il rivestimento in oro dell'altare fu offerto dall'Arcivescovo Angilberto II (824-859).

Milano, Basilica di Sant'Ambrogio

HP

Anonimo   
Paliotto d'altare

Capolavoro dell'oreficeria carolingia, il cosiddetto altare d'oro di Sant'Ambrogio uscì probabilmente dalla «scuola degli smalti» che nel IX secolo raggiungeva in Lombardia il più alto livello di qualificazione. La parte del paliotto con le Storie di Cristo è la più ricca e preziosa, ma sotto il profilo figurativo sfrutta un formulario piuttosto abusato, con l'infittirsi, qua e là, di particolari aneddotici.

Anonimo    The frontal piece of the altar

Masterpiece of Carolingian goldsmith work, the so-called golden altar in Sant’Ambrogio probably came from the “school of enamel-work” of the 9th century in Lombardy where it reached its highest level of qualification. The part of the frontal piece with the Stories of Christ is the richest and most precious but the figures exploit a rather well-used formula with the insertion here and there of details of anecdotes.