Thais - 1200 anni di scultura italiana - Scultura Barocca

Scultura barocca

Secolo XVII

Marble, detail, 1605-1608
Marmo, particolare del gruppo di due statue, la Vergine Annunciata e l'Angelo Annunciante che dovevano essere collocate originariamente ai lati del coro del Duomo di Orvieto. L'opera del 1605 - 1608 fu eseguita per incarico della famiglia Farnese.

Orvieto, Museo dell'Opera del Duomo

HP

Mochi Francesco   
La Vergine annunciata

Fra le stanche accademie che si trascinavano dal Cinquecento, si andava perņ preparando, nella Roma che vedeva consumarsi la rivoluzione del Caravaggio, un altro radicale mutamento, per molti aspetti opposto; comunque sia, quanto avveniva in pittura non vi era certo estraneo. Francesco Mochi fu il primo vero scultore barocco; il movimento in atto fu il problema di tutta la sua vita; forse non erra chi ne ricerca le radici, attraversi il suo maestro Mariani, nella pittura del Tintoretto, non dimenticando che il Mochi fu apprendista pittore prima di darsi alla scultura. Di tale problematica diede precoce anticipazione nell'Annunciazione di Orvieto (1605-1608), eseguita per incarico dei Farnese, che saranno poi sempre i suoi mecenati.

Mochi Francesco    Annunciation

In addition to the tired academies that still persisted from the cinquecento, the Rome that witnessed the revolution brought about by Caravaggio was being prepared for another radical change that in many respects was an opposite one. In any case, what happened in painting was certainly not without importance for sculpture. Francesco Mochi was the first true Baroque sculptor. His whole life was devoted to the problem of movement in action, and perhaps it would be right to trace his roots, through his teacher Mariani, to the painting of Tintoretto - not overlooking the fact that Mochi was a painter's apprentice before he took up sculpture. His Orvieto Annunciation is a precocious anticipation of future developments. It was commissioned by the Farnese family, who remained his patrons for the rest of his life.