Scultura rinascimentale

Secolo XV

Wood, detail, height about cm 160. Ferrari first worked in Varallo on large frescos some of which included sculptures. - Legno, particolare h.cm 160 circa. L'autore svolse la sua prima attività a Varallo ove fu impegnato in grandi cicli affrescati, alcuni dei quali integrò con sculture. Questo gruppo risale agli anni tra il 1507 e il 1513.

Varallo, Sacro Monte, Cappella della Crocifissione

HP

Ferrari Gaudenzio     Crocifissione

Nel corso del secondo e terzo decennio del Cinquecento Giovanni Testori pone l'attività del Ferrari per la decorazione plastica delle cappelle del Sacro Monte, e nota che, oltre a far rivivere una tradizione di scultura medievale nordica, l'Artista avrà anche conosciuto i «mortori» emiliani, preferendo le opere del «meno alto ma più popolare Mazzoni». Gaudenzio, e i suoi collaboratori e continuatori, passano ormai decisamente da norma formale a verità scenica: i canoni della Scultura cedono alle invenzioni di una «azione» che fonde in sé plastica e pittura in una evidenza esistenziale.

Ferrari Gaudenzio     Crucifixion

During the second and third decade of the 15th century, Giovanni Testori considered Ferrari’s work on the plastic decoration of the chapel of Sacro Monte and noted that, apart from the revival of a tradition of northern medieval sculpture, the artist had also been familiar with the Emilian “mortori”, preferring the works of “the less great but more popular Mazzoni”. Gaudenzio and his collaborators and followers passed decisively from formal norms to scenic truth. The canons of sculpture gave way to the invention of an “action” that fused plastic and painting in existential evidence.