Scultura rinascimentale

Secolo XV

Bronze, height about cm 400, 1492-1498. This is a walled tomb with two images, one of the dead person with his eyes closed.
Bronzo, h.cm 400 circa, 1492 - 1498. L'immagine del defunto è ripetuta due volte: da morto disteso e con gli occhi chiusi e da vivo seduto in atto di benedire.

Roma,
Basilica di San Pietro in Vaticano

HP

Pollajolo Antonio     Monumento funebre di papa Innocenzo VIII

Non più che uno schema generico ne resta nel nicchione che accoglie la tomba del Cardinale di Portogallo, di Antonio Rossellino, vero e proprio ambiente scenografico in cui si svolge una animatissima rappresentazione di «trionfo» celebrativo. Quando poi, dal 1492 al 1498, il Pollajolo compose la tomba di Innocenzo VIII la nitida partizione brunelleschiana del monumento umanistico, specchio di una sicurezza razionale e morale, ha ceduto il posto a una struttura plastica continuamente vibrante nei passaggi della luce sui diversi aggetti del bronzo, che prolunga ed espande nello spazio l'energia e il rovello del modellato. E l'espressione piena di un confondersi dell'individuo nel dinamismo cosmico incontrollabile dalla ragione.

Pollajolo Antonio     Funeral monument of Pope Innocent VIII

Only a generic form remains in the niche that holds the tomb of the Cardinal of Portugal by Antonio Rossellino, a truly scenic setting for an animated representation of celebrative “triumph”. When, from 1492 to 1498, Pollajolo created the tomb of Innocent VIII, the clearly Brunelleschi-style partition of a humanistic monument, a mirror of rational and moral security was substituted by a plastic structure, ever vibrant in the passage of light over the different projections of the bronze sculpture that expand energy and the rage of the model into space. It is the full expression of a confusion of the individual in the uncontrollable, cosmic dynamics of reason.