Ranu Raraku

Soprannominato “il vivaio” o “la fucina” dei moai, il vulcano è la cava dove venivano estratti i blocchi di tufo utilizzati per scolpire i moai. La camminata che porta fin sopra la cima, si snoda fra decine e decine di statue, alcune completate, altre lasciate lungo la via del trasporto, altre ancora scolpite sulla montagna. Fra queste, il moai più grande in assoluto è alto ben 21 metri. All’interno del cratere dorme un laghetto, sulle cui pendici vi sono decine di  moai in posizione eretta. Si stima che in questo sito archeologico ve  ne siano più di 500. Il posto è affascinante, pieno di energia e mistero.