Piazzale dell'Acqua Acetosa

Fontana dell'Acqua Acetosa

 

At the beginning of the 17th century (1613) Pope Paolo V. Borghese (1605-1621) had built a simple fountain in the country along the right bank of the Tiber near Tor di Quinto where there was a spring of aciduous- ferruginous water considered to be “healthy for kidneys, stomach, liver, spleen and many other illnesses.” It was, however, Pope Alessandro VII Chigi2 “the town planner”, (1655-1667) who designed and erected the beautiful all-enclosing water-lily fountain that still exists today. The plans for this delightful project, worthy of any beautiful private park, were for a long time attributed to Bernini but the fountain was really the work of the painter Andrea Sacchi in collaboration with Marcantonio de Rossi. The Acqua Acetosa fountain was abandoned at the end of the 50’s when it resulted polluted. Today this precious and elegant baroque fountain has been restored but now only normal drinking water flows from its spouts not Acqua Acetosa.

All'inizio del Seicento (1613) papa Paolo V Borghese (1605-1621) fece costruire una semplice fontana in aperta campagna, lungo la riva destra del Tevere, presso Tor di Quinto nel luogo in cui scaturiva una sorgente di acqua acidulo-ferruginosa ritenuta "salutare per reni, stomaco, fegato, milza, e mille altri mali". Fu però il papa "urbanista" Alessandro VII Chigi (1655-1667) a far progettare ed erigere la bella fontana ninfeo dalle linee avvolgenti giunta fino a noi. Il progetto di quest'opera deliziosa, degna del più bel parco privato, fu lungamente attribuito al Bernini, pare invece sia opera di un pittore: Andrea Sacchi, che si giovò per i disegni della collaborazione dell'architetto Marcantonio de Rossi. Dopo che la fonte dell'Acqua Acetosa risultò inquinata (alla fine degli anni Cinquanta) la fontana restò a lungo abbandonata; oggi finalmente la pregevole ed elegante fontana barocca è stata restaurata, ma non versa più Acqua Acetosa, bensì normale acqua potabile.