THE EIAR HOUSE (now the RAI) (1939)
corso Sempione 27

The building was designed by Ponti together with Fornaroli and Soncici in collaboration with engineer Bertolaia.
The intent, mainly by Ponti, was to make the three blocks of the building (offices, transmission and theatre) appear separate but recognisable.
Between the office block and that of transmission was a luminous space formed by the vertical, transparent  communications block.
Over the years the building has undergone different modifications but has maintained some of its architectonic details such as the entrance and the doorways onto the road that still sustain the original intent of proportions.
 


PALAZZO EIAR (ORA RAI) (1939)
corso Sempione 27

L’edificio è stato progettato da Ponti assieme a Fornaroli e Soncini, in collaborazione con l’ingegnere Bertolaia.
L’intento, soprattutto da parte di Ponti, consisteva nel far sì che i tre corpi che compongono il palazzo (uffici, trasmissioni e teatro) fossero separati ma ben riconoscibili.
Tra il corpo destinato agli uffici e quello delle trasmissioni si apre un intervallo luminoso formato dal corpo verticale trasparente delle comunicazioni.
Nel tempo l’edificio ha subito diverse modifiche, ma ha mantenuto alcuni particolari architettonici, come il portico e i portali su strada, che sostengono tuttora l’intento originario sulle proporzioni.