NOME SCIENTIFICO:
Nepeta cataria, nota anche come cataria o erba gattaia e N. mussinii, detta calamento o nepitella.
FAMIGLIA:
Labiate
DESCRIZIONE:
La Nepeta cataria, conosciuta come erba gattaia è un'erbacea perenne di buon valore ornamentale i cui cespi per il profumo deciso che emanano sono molto amati dalle api e dai gatti che solitamente vi si coricano sopra. Questa erbacea è frequente nell'Italia settentrionale; la N. mussinii, cioè la nepitella è comune in tutta la penisola e in Sicilia, si può coltivare con successo in vaso anche in casa.
FUSTO:
I fusti della N. cataria sono eretti, a sezione quadrata, ramificati. Possono raggiungere anche un metro di altezza; anch'essi emanano l'aroma di menta tipico della specie. I fusti della N. mussinii raggiungono invece solo una quarantina di centimetri di sviluppo.
FOGLIE:
Ovali acute, opposte, cioè disposte a due a due lungo gli steli, con i margini nettamente dentati, di un verde che tende al grigio, così sono le foglie della N. cataria, il cui odore piace tanto ai gatti e allontana invece i topi. Quelle della nepitella sono uguali per forma e disposizione, più piccole per dimensioni e formano cespi ben compatti.
FIORI:
I fiori della N. cataria sono bianchi o rosa pallido, riuniti come quelli della nepitella, che presentano invece un colore blu-lavanda, a formare piccole spighe apicali. Essi appaiono dalla primavera avanzata fino all'autunno e risultano particolarmente graditi alle api.
HABITAT:
Il terreno dove in cui si desideri far crescere la Nepeta deve possedere un buon drenaggio.
COLTIVAZIONE:
ESPOSIZIONE:
Sia una posizione soleggiata sia una a mezz'ombra sono gradite a queste piante.
RIPRODUZIONE:
In primavera si può procedere alla semina, che è meglio avvenga direttamente in terra, in quanto se le piante vengono trasportate l'aroma che fuoriesce da eventuali radici spezzate attrae i gatti che devastano le piantine. Sempre in primavera si può procedere alla divisione dei cespi. Una volta avvenuta la ripresa vegetativa è il momento di staccare eventuali talee.
CRESCITA:
Tra un cespo e il successivo è bene lasciare una trentina di centimetri di terreno libero, quindi nel caso della semina occorre solitamente sfoltire le giovani piantine.
RACCOLTA:
Le foglie e i fiori della Nepeta vanno raccolti durante il periodo della fioritura.
CONSERVAZIONE:
L'intera pianta si conserva in contenitori ben chiusi dopo averla fatta essiccare.
PROPRIETA':
IN CUCINA:

I germogli più teneri si possono unire alle insalate miste. Con le foglie della cataria si insaporiscono le carni, in particolar modo quelle di maiale; con quelle della nepitella i piatti a base di pesce e le verdure, in particolare funghi e carciofi.
BELLEZZA:
L'achillea combatte la tendenza della pelle ad arrossarsi e la couperose; per ottenere un tonico con queste caratteristiche è necessario lasciare in infusione per mezz'ora fiori e foglie di achillea in mezzo litro d'acqua, immergere nell'infuso una garza e applicarla quindi sulla pelle del viso per un quarto d'ora.
SALUTE:
La Nepeta è una efficace pianta medicinale, il suo infuso costituisce un blando sedativo, simile alla valeriana, e viene tradizionalmente bevuto per favorire il sonno. Esso può risultare utile nella cura delle coliche infantili, dei mal di testa causati da cattiva digestione, e anche nei raffreddori, è inoltre assunto per placare la tosse e negli stati febbrili.

Catmint

SCIENTIFIC NAME: Nepeta cataria, also known  as catnip or catmint, N. mussinii, or catmint
FAMILY: Labiate

DESCRIPTION: nepeta cataria, known as catmint is a good ornamental herb for the perfume it exhales which is loved by bees and cats which usually lie down on it. This herb is common in northern Italy, N. mussinii, ie catnip is common throughout the peninsula and in Sicily, it can be successfully grown in pots at home.

STEM: n. cataria stems are erected, have a square section, branched. They can grow up to one meter; they also give off the typical aroma of the mint species.  N. mussinii stems, instead, only reach about forty inches.

LEAVES: acute oval, opposite, which means arranged in pairs along the stems, with sharply toothed margins, in a green that tends to gray. This is what N. cataria leaves look like, whose smell is loved by both cats, but which gets mice away. Those of catmint are equal in shape and form, smaller in size and form compact clumps.

FLOWERS: n. cataria flowers are white or pale pink, gathered like those of catnip, which only have a blue-lavender color, forming small apical ears. They appear from late spring till autumn and bees are particularly welcomed.

HABITAT: the grounds on which you intend to grow Nepeta must have good drainage.
CULTIVATION
EXPOSURE: these plants grow on both sunny and partially shaded grounds.

REPRODUCTION: they can be sown in spring, but better if done directly on the ground, because if plants are transported, the aroma which comes out of any broken root attracts cats that later devastate the plants. You can perform the division of clumps also in spring. After a successful vegetative recovery, it will be time to remove any cuttings.

GROWTH: between a head and another, it is better to leave a foot of open ground, so for sowing it is usually necessary to weed young seedlings.

PICKING: nepeta leaves and flowers must be collected during the flowering period.

CONSERVATION: the whole plant should be kept in tightly closed containers after it has dried.
PROPERTIES

IN THE KITCHEN: the tender shoots can be added to mixed salads. Cataria leaves are good for seasoning meat, especially pork, fish and vegetables dishes, especially mushrooms and artichokes come out well with cataria.

HEALTH: nepeta is an effective medicinal plant, its infuse is a mild sedative like valerian, and it is traditionally drunk to promote sleep. It may be useful in the treatment of infantile colic, headaches caused by poor digestion and also to treat colds, it is also administered to alleviate coughs and fevers.

HP 

erbe aromatiche