NOME SCIENTIFICO:
Levisticum officinale (Ligusticum levisticum)
FAMIGLIA:
Ombrellifere
DESCRIZIONE:
Il levistico, conosciuto anche con l'appellativo di "sedano di montagna", è un'erbacea perenne rustica dal profumo gradevole e intenso che si trova, allo stato spontaneo, in molte zone collinari dell'Italia settentrionale. Non può venire coltivato in casa, in quanto vive solo all'aperto ove forma cespi di notevole eleganza.
FUSTO:
I fusti del levistico che raggiungono uno sviluppo di oltre un metro, sono rotondi, eretti, cavi; essi ramificano verso la cima e presentano sfumature rossastre.
FOGLIE:
Le foglie del levistico sono tripennatosette, incise e dentate, decisamente simili per forma a quelle del sedano. Molto profumate, esse non perdono il loro aroma neppure dopo che sono state essiccate, e vanno dunque aggiunte alle pietanze con moderazione.
FIORI:
Nel cuore dell'estate, nei mesi di luglio e agosto, si aprono i fiori del levistico: piccolissimi, di un colore tra il giallo pallido e il verde, sono riuniti in ombrelle.
HABITAT:
Il terreno ideale per la crescita di questa erbacea perenne deve essere ricco, inoltre deve essere umido, ma contemporaneamente dotato di un buon drenaggio.
COLTIVAZIONE:
ESPOSIZIONE:
Il levistico prospera sia al sole sia a mezz'ombra.
RIPRODUZIONE:
Il cosiddetto "sedano di montagna" si dissemina spontaneamente con grande facilità; se si intende procedere alla semina occorre interrare i semi non appena sono giunti a maturazione alla fine dell'estate. Il levistico si moltiplica anche staccando delle talee di germogli in primavera o in autunno o procedendo alla divisione dei cespi.
CRESCITA:
In considerazione delle notevoli dimensioni raggiunte dai cespi nel corso del loro sviluppo tra una pianta e la successiva va lasciato almeno mezzo metro di distanza.
RACCOLTA:
Le foglie si raccolgono in estate, tra giugno e agosto; le radici in autunno quando la stagione vegetativa si è conclusa.
CONSERVAZIONE:
Le foglie si possono sia congelare sia essiccare. Per le radici e per i semi si consiglia invece di ricorrere esclusivamente a quest'ultimo metodo.
PROPRIETA':
IN CUCINA:
Le foglie del levistico, fresche o essiccate, sono ottime per insaporire minestre e bolliti. Quando sono tenere e crude possono sostituire il prezzemolo nelle frittate e nelle minestre, mentre aggiungono un gradevole sapore a molti altri piatti, come quelli a base di pollo e al baccalà. I gambi pi- teneri possono venir canditi, quelli pi- vecchi vengono lessati e mangiati come contorno oppure uniti alle altre verdure nella preparazione delle minestre.
SALUTE:
La radice del "sedano di montagna" si prepara facendola lessare: il suo consumo favorisce l'attività renale, riduce i ristagni di liquidi, e migliora le funzioni digestive. Essa è utilizzata anche nei casi di insufficienza mestruale.

lovage
SCIENTIFIC NAME: Levisticum officinale, (Ligusticum levisticum)
FAMILY: Ombrellifere - Ombeliferrous

DESCRIPTION: lovage, also known as "mountain celery", is a hardy perennial herb which has a pleasant aroma and intense, in the wild hilly areas of northern Italy. It cannot be grown at home, because it only grows outdoors where it forms tufts of considerable elegance.

STEM: lovage stems reaching over one meter of height, are round, erect, hollow; they branch towards the top and have reddish shades.

LEAVES: lovage leaves are tripennatosette, incised and toothed, very similar to those of celery as far as shape is concerned. They are very fragrant, they do not lose their aroma even after being dried and should be added to foods with moderation

FLOWERS: in the middle of summer, during July and August, lovage flowers open up: they are very small, an come in a color between yellow and pale green, they are grouped in umbels. 

HABITAT: the ideal soil for growing perennial herb has to be rich, it must also be wet, but simultaneously with a good drainage.

CULTIVATION

EXPOSURE: lovage thrives in sun or partial shade.

REPRODUCTION: the so-called "mountain celery" is spontaneously spreads very easily, if you intend to bury the seeds should be sown as soon as they reached maturity in late summer. Lovage also multiplies itself by removing the cuttings of shoots in spring or autumn or through the division of clumps.

GROWTH: given the large size reached by the heads during their development between a plant and the next should be left at least half a meter away.

PICKING: leaves are picked in the summer, between June and August, roots in autumn after the growing season is over.

CONSERVATION: leaves can be frozen or dried. For roots and seeds are recommended instead of using only this method.

PROPERTIES

IN THE KITCHEN: lovage leaves, fresh or dried ones, are great for flavoring soups and stews. When they are tender and raw parsley can be substituted in omelets and soups, while adding a pleasant flavor to many dishes, such as those made with chicken and cod. The most-tender stems can be candied, as most old-are boiled and eaten as a side dish, or combined with other vegetables in the preparation of soups.

HEALTH: the root of  "mountain celery" are prepared through boiling: its consumption promotes kidney activity, reduces fluid retention, and improves digestion. It is also used in cases of menstrual insufficiency. HP 

erbe aromatiche