NOME SCIENTIFICO:
Allium schoenoprasum
FAMIGLIA:
Gigliacee


DESCRIZIONE:
Questa pianta perenne, appartenente al genere Allium, è una bulbosa rustica che forma cespi molto fitti, alti anche una trentina di centimetri.
FOGLIE:
Le foglie di queste piante sono fini, cilindriche, erette, di un bel colore glauco
FIORI:
A fine primavera o in estate appaiono i piccoli e graziosi fiori sferici, comunemente di un bel color malva, più raramente bianco-rosati. Per avere steli più aromatici e non esaurire le piante è consigliabile recidere però i fiori non appena sono sbocciati; in ogni caso ne appariranno altri dopo poche settimane.
HABITAT:
Il paese d'origine dell'erba cipollina sembra essere la Cina, ove quest'erba, che predilige come substrato un terreno fresco e ricco, era apprezzata già quattromila anni or sono ed è comunemente usata in cucina.
COLTIVAZIONE:
ESPOSIZIONE:

L'erba cipollina ama il sole, ma tollera anche una posizione a mezz'ombra, in quanto gradisce una certa umidità nel terreno.
RIPRODUZIONE:
Il metodo più semplice per moltiplicare l'erba cipollina consiste nel dividere i cespi, in questo caso naturalmente i fiori saranno identici per colore a quelli della pianta madre. Se invece si procede alla moltiplicazione seguendo il metodo della semina si possono ottenere fiori di vari colori: dal bianco rosato fino al viola.
CRESCITA:
Le cure da seguire per ottenere un buon risultato nella coltivazione dell'Allium schoenoprasum sono molto semplici e consistono nello sfoltire i cespi troppo compatti, nel mantenere al terreno un giusto grado di umidità e nel concimarlo regolarmente all'incirca una volta al mese. L'erba cipollina si coltiva senza problemi anche in vaso.
RACCOLTA:
Si tagliano le foglie a seconda delle proprie necessità, avendo l'accortezza di non reciderle alla base, ma di lasciarne qualche centimetro in modo da favorire la ricrescita.
CONSERVAZIONE:
Le foglie si essiccano o si congelano. Quelle essiccate si bagnano con del succo di limone quando si desidera reidratarle.
PROPRIETA':
IN CUCINA: Chi gradisce il sapore della cipolla, ma non la digerisce quando la aggiunge cruda alle insalate, può sostituirla con qualche foglia di erba cipollina ben affettata. La digestione è assicurata, anzi facilitata, e inoltre l'alito non darà problemi.

Chive

SCIENTIFIC NAME: Allium schoenoprasum
FAMILY: Gigliacee Amaryllidaceae

DESCRIPTION: this perennial plant, belonging to the genus Allium, is a hardy bulbous that forms very dense tufts, even about thirty centimeters high.

LEAVES: the leaves of these plants are thin, cylindrical, erect, with a beautiful blue-green color.

FLOWERS: in late spring or summer small and pretty spherical flowers, usually in beautiful mauve, occasionally white-pink. To get more aromatic stems and to avoid wearing plants out, is suggested, however, to cut flowers as soon as they bloom; but in any case, others will appear after a few weeks.

HABITAT: the country of origin of chives seems to be China, where this herb, which prefers fresh and rich grounds as a substrate, was already appreciated four thousand years ago and is commonly used in cooking.

CULTIVATION

EXPOSURE: chives loves the sun, but it also tolerates a partial shade position since it likes some moisture in the soil.

REPRODUCTION: the simplest method for multiplying chives consists in dividing tufts, in this case, of course, flowers will be identical as far as color to those of the parent plant. If multiplication through the sowing method is performed, it is possible to obtain flowers of various colors: from white-rose to purple.

GROWTH: the cares which must be performed to get a good result in the cultivation of Allium schoenoprasum are very simple and consists in thinning the tufts that are too compact, by keeping soil at a fair degree of humidity and fertilizing it regularly about once a month. Chives can easily be grown also in pots.

PICKING: leaves are to be cut depending on one’s needs, by making sure not to cut them off from the base, but to leave a few centimeters in order to encourage regrowth.

CONSERVATION: leaves are dried or frozen. Dried ones are wet with some lemon juice when it is necessary to rewet them.  
PROPERTIES

IN THE KITCHEN: those who like the taste of onion, but do not digest it when added raw to salads, can replace it with a few chopped well chives leaves. Digestion is guaranteed, actually facilitated, and even breath will not be a problem.
HP 

erbe aromatiche