NOME SCIENTIFICO:
Saponaria officinalis,  Saponaria ocymoides, saponaria montana.
FAMIGLIA:
Cariofillacee
DESCRIZIONE:
La saponaria è una erbacea perenne coltivata un tempo per le sue caratteristiche proprietà detergenti, apprezzata oggi per la sua fioritura. Non può essere coltivata in appartamento.
FUSTO:
I fusti della saponaria sono striscianti, ma da essi si innalzano ben eretti gli steli fioriferi. La saponaria montana, molto adatta ai giardini rocciosi, presenta steli prostrati e ricoperti di peluria.
FOGLIE:
Le foglie della limoncina si sviluppano a tre a tre lungo il fusto, sono lunghe, a forma di lancia, segnate da una profonda venatura centrale, al tatto sono ruvide.
FIORI:
I graziosi fiori della saponaria, delicatamente profumati di frutta, sono di un bel rosa, più raramente bianchi, e sbocciano sulla cima degli steli in estate; quelli della saponaria montana, conosciuta anche come piccola saponaria, sono minuscoli, ma hanno un colore più intenso.
HABITAT:
Mentre la Saponaria officinalis ama i terreni freschi e umidi, come le ripe dei fossi, la Saponaria ocymoides, al contrario, desidera terreni asciutti e ben drenati; ambedue le specie sono diffuse spontaneamente in tutta l'Europa.
COLTIVAZIONE:
ESPOSIZIONE:

La saponaria vegeta a mezz'ombra o al sole a seconda della varietà a cui appartiene.
RIPRODUZIONE:
Questa pianta solitamente tarda a emettere le gemme, quindi è necessario, alla fine di un inverno rigido, non perdere la speranza che germogli, ma perseverare nell'innaffiarla e concimarla, perché, anche se molta della chioma è stata rovinata dal gelo, è comunque probabile che le radici siano sopravvissute.
CRESCITA:
Se si avrà cura di eliminare le infiorescenze appassite si otterrà una seconda fioritura; nella varietà più alte gli steli vanno sostenuti con dei tutori. In autunno è bene accorciare decisamente i fusti.
RACCOLTA:
Il periodo autunnale è il più adatto alla raccolta delle diverse parti della pianta.
CONSERVAZIONE:
Il metodo di conservazione usato è l'essiccazione: purtroppo i fiori perdono parte del loro delizioso profumo (che ricorda vagamente quello dei garofani alla cui famiglia la saponaria appartiene) e le foglie parte del loro potere detergente; le radici, essendo tossiche, non vanno mai usate per rimedi interni, ma solo per usi esterni.
PROPRIETA':
BELLEZZA:

Un decotto di saponaria, dopo essere stato filtrato, può venir usato come shampoo rinforzante per capelli fragili e sfibrati o per detergere le pelli delicate: non ci si deve preoccupare se non produrrà molta schiuma, non è dalla quantità di schiuma che si deve giudicare la bontà di un detergente.
SALUTE:
Con il decotto di saponaria si risciacqua l'epidermide colpita da acne o da psoriasi.
CURIOSITA':
Quest'erba venne coltivata fin dal Medioevo per il suo alto contenuto di saponina, sostanza presente nei gambi, nelle foglie e soprattutto nelle radici, grazie alla quale appunto esercita il suo delicato, ma profondo, potere detergente. Un decotto di saponaria, ottenuto facendo bollire le diverse parti della pianta in acqua piovana, è molto adatto a ridare splendore a tessuti antichi i cui colori siano stati offuscati dalla polvere e dal tempo.

SCIENTIFIC NAME :
Saponaria officinalis Saponaria ocymoides Saponaria montana FAMILY:
Cariofillacee

DESCRIPTION:
This perennial shrub was once harvested for its detergent properties but nowadays for the flowers. Not suitable for appartments.

TRUNK:
Grows horizontal to the ground but has straight, flowering stele.

FLOWERS: Pink or white delicate, fruity smelling flowers blossoming in summer. Mountain soapwort are tiny but more intensely coloured.

HABITAT:
Saponaria officinalis prefers the fresh, humid soil of ditches whilst the saponaria ocymoides prefers dry,well-drained ground.Both grow spontaneously throughout Europe.


CULTIVATION:
EXPOSITION:

Sun or shade depending on species.
 

REPRODUCTION:
Usually spontaneous but clumps can be separated or a pertion of the rhyzoma broken off in late autumn or early spring.

GROWTH:
Carefully remove dead flowers to obtain new blossoming. Support tall varieties.Trim stems well in autumn.


HARVEST:

Best in autumn.

STORAGE:
Best dried but flowers unfortunately lose their pleasant carnation like perfume and leaves become less effective as a detergent.Toxic roots should only be used externally.

USAGE:
BEAUTY:

A filtered decoction acts as a low-lather detergent shampoo for deicate or damaged hair or delicte skins.
 

HEALTH:
Decoction suitable for acne or psoriasis.

MYTHS AND LEGENDS :
This high quality, delicate but effective soap detergent dating from the Middle Ages can be found in the stalk,leaves and especially the roots of this plant. Restores splendour to old fabrics faded with dust and time when boiled in rain water.

  HP  erbe aromatiche