BIZANTINUM - BIZANTINO

MUSLIM - MUSULMANO

ITALIAN - ITALIANO

FRENCH - FRANCESE

E-mail

MUSLIM - PERIODO MUSULMANO

The Muslim Period stetches from the ninth to the fourteenth centuries and may be identified with the Arab expansion within the Mediterranean and its consequent domination over Spain and Sicily, countries that also distinguished themselves in their important fabric production.
Muslim art was mainly interested in the ornamental effect using a repetition of the decorative motif and an accumulation of increasingly finer details so that the essential form of the design was spread out and interspersed, merging into the decoration.
The style of fabric production in this period determined its distinction in the east and the west as well as the cultural influences related to the different centres of production.

Il periodo musulmano va dal IX al XIV secolo e si può identificare con quello dell’espansione araba nel Mediterraneo e della conseguente dominazione sulla Spagna e sulla Sicilia, paesi che si distinsero anche per importanti produzioni tessili.
L’arte musulmana, si preoccupa soprattutto dell’effetto ornamentale mediante l’uso di due mezzi: la ripetizione del motivo decorativo e l’accumulo di dettagli sempre più piccoli; in tale modo la forma essenziale del motivo viene dissimulata e si confonde con il decoro.
Per quanto riguarda lo stile della produzione tessile di questo periodo, determinante è la sua distinzione in orientale ed occidentale e le considerazioni delle influenze culturali relative ai diversi centri di produzione

PERSIAN AND SASSANIAN FABRICS

Period - IX- XIV Centuries

Description

Flowers, animals and people enriched by so many ornaments and accessories that they confuse the real anatomical form in its immobile position, hieratic, not without a certain  realism, all united in a light, easily distinguished composition. The four structures are a circle over horizontal lines, rhombuses  and trees.

Technique

Tabby, diagonal, satin, velvet

Origins

A refined art, a society in love with opulence, an intense commercial activity and a pacific rapport with the known world.

SPAIN

  Period   From 900 to 1500

Description

Decoration laid down in large circles or tangential links and horizontal sequences with elements in clear comparison to those existing in architecture. The specific characteristics are the presence of Arab script, palm trees and numerous animals each with their own symbolic significance. The colours are vivid and contrasting, the design is particularly emphasised by the use of a dark border.

Technique

Compound weave, Taqueté, Lampas

Origins

The co-existence of two cultures, the native one is of the Goths and the conquerors who in Cordoba installed the first Omayyad Caliph with his Persian traditional cultures.

 

THE BEGINNING AND PLACEMENT OF ITALIAN FABRICS
Of the three main Italian textile centres, Sicily, Lucca and Venice, only the first two are mentioned here, their relatively brief history not creating problems related to a synthetic documentation.
With regard to Venice, whose production lasted until the XVIIIth century, the documentation of this Italian period recalling the economic and commercial power of the city that was the main reason for its lengthy success will be dealt with later.

SICILY

Period   900-1300

Description

Similar to the Hispanic-Moorish fabrics with their increasing clearness, softness and equilibrium in the composition. In the decoration appear Christian and heraldic symbols, flora and fauna with a more realistic and a less hieratic aspect.

Technique

Appearance of the lampas originally developed by the Sciamites who then began the  “ DIASPI”.

Origins

The continual dominion,  Arabs and Normans amongst the most influential, and the influx of their culture. This covers a space of time that goes from 820, the year in which the Arabs attacked Sicily, to 1282 when the Vespri Siciliani organized the flight of the weavers from Palermo towards the north.


LUCCA

Period    1300 – first half 1400

Description

Similar to that of the Chinese knick-knacks with an increasingly Western interpretation, mainly floral elements with the insertion of heraldic motifs.

Technique

Sciamite and lampas.

Origins

The economic and mercantile power of Lucca, organised in a pre-industrial way, was present throughout Europe and in close collaboration with the marine Republic of Pisa, as well as accepting the Sicilian weavers after their emigration and the proximity of Florence to which it transmitted its heritage



CHINESIE

Period     1300-first quarter of 1400

Description

In a floral context, plurality and fusion of Christian symbols in the pelican and Chinese details, an example of which is the “chi”, the “luen” and the parrot with a wavy, mirrored or diagonal motif with oval links.

Technique

Lampas on a satin background, diagonal background, satin background.

Origins

The first cultural and commercial contacts with the Far East, connected to Marco Polo’s travels. Interest for foreign lands to which they gave a mainly western interpretation.



FIGURATIVE FABRICS

Period   End of 1300- beginning of 1500

Description

Representations of the life of Christ and the Virgin Mary framed in rectangles in order to use the decorative border on ecclesiastical robes. Often copies of famous paintings.

Technique
Lampas
Origins

Diversification of the traditional production connected to  great technical specialisation by craftsmen and the clerical purchasers.



 

ESSUTI PERSIANI E SASSANIDI

Periodo - IX-XIV sec.

Descrizione

Fiori, animali e personaggi arricchiti di ornamenti ed accessori a tal punto da dissimulare la vera forma anatomica, posizioni immobili, ieratiche,  non prive di un certo realismo, il tutto su fondi uniti in composizioni chiare e ben leggibi. Quattro le strutture compositive: a ruote, su file orizzontali, a losanghe, ad alberelli.

Tecnica

Taffetà, diagonale, raso, velluto.

Origine

Un’arte raffinata, una società amante dell’opulenza, un’intensa attività commerciale e pacifici rapporti con il mondo conosciuto.


SPAGNA

Periodo   dal 900 AL 1500

Descrizione

Decoro impostato a grandi cerchi o maglie tangenti e a sequenze orizzontali di elementi di netto confronto con quelli esistenti in architettura. Specifiche caratteristiche sono la presenza di scritture arabe, di alberi a palmetta e di un ricco bestiario con un proprio significato simbolico. I colori sono molto vivi e contrastanti, il disegno risalta particolarmente per l’uso di profilature scure.

Tecnica
Sciamiti-Taquetés operati-Lampassi-

Origine

Il coesistere di due culture: quella indigena che in origine è quella dei Goti e quella dei conquistatori che a Cordova,insediano il primo califfato omayyade con tradizioni culturali di origine persiana.

 

INIZIO E LOCALIZZAZIONE DELLA TESSITURA ITALIANA
Dei tre principali centri tessili italiani: Sicilia, Lucca e Venezia, documentiamo qui solo i primi due la cui relativamente breve durata nel tempo non crea problemi correlati ad una loro sintetica documentazione.

 Per Venezia, la cui produzione è durata fino al XVIII secolo, si rimanda alla documentazione del Periodo italiano ricordando che la potenza economica e commerciale della Serenissima è stata la prima causa determinante di tale lungo successo.

SICILIA
Periodo
   900-1300

Descrizione
Del tutto simile a quella dei tessuti ispano-moreschi con caratteristiche di maggior nitidezza, morbidezza ed equilibrio compositivo. Nel decoro appaiono i simboli cristiani ed araldici, flora e fauna assumono un aspetto più realistico, meno ieratico.

Tecnica
Compaiono i Lampassi, derivazione dagli sciamiti che a loro volta daranno origine ai diaspri.

Origine

Il susseguirsi di diverse dominazioni, araba e normanna tra le più influenti e gli influssi delle loro culture. Ciò riguarda un arco di tempo che va dal 820, anno in cui gli Arabi attaccano la Sicilia ed arriva al 1282, anno in cui i Vespri Siciliani originano l’esodo dei tessitori palermitani verso il Nord

LUCCA

Periodo    Inizi 1300-prima metà1400

Descrizione

Del tutto simile a quella della cineseria con sempre maggior interpretazione occidentale, prevalenza dell’elemento floreale ed inserimento di motivi araldici.

Tecnica

Sciamiti e lampassi.

Origine

La potenza economica e mercantile lucchese, organizzata in modo preindustriale, presente in tutta Europa ed in stretta collaborazione con la Repubblica marinara di Pisa, come pure l’accoglienza dei tessitori siciliani al loro esodo e la vicinanza di Firenze alla quale trasmise la sua eredità.

CINESERIA
Periodo     Inizi del 1300-primo quarto 1400

Descrizione

In un contesto floreale, pluralità e fusione di simbologie cristiane, quali il pellicano e quelle cinesi, per esempio il “chi”, il “luen” o il pappagallo, con impaginazione del disegno ad andamento ondulante o speculare o diagonale ed anche a maglie ovali.

Tecnica
Lampassi a fondo taffetà, a fondo diagonale, a fondo raso.

Origine
Primi contatti culturali e commerciali con l’Estremo Oriente, connessi ai viaggi di Marco Polo. Interessi per un paese sconosciuto del quale si dà un’interpretazione prevalentemente occidentale.



 

TESSUTI FIGURATI

Periodo    Fine 1300-inizi 1500

Descrizione

Rappresentazioni della vita di Cristo e della Madonna incorniciate in rettangoli in modo da poter essere utilizzate come bordi decorativi su paramenti ecclesiastici. Spesso copie di famosi quadri.

Tecnica
Lampassi
Origine

Diversificazione della produzione tradizionale connessa alla grande specializzazione tecnica degli artigiani ed alla committenza religiosa.

BIZANTINUM - BIZANTINO

MUSLIM - MUSULMANO

ITALIAN - ITALIANO

FRENCH - FRANCESE

.